Seleziona una pagina

Da venerdì 16 ottobre disponibile nei negozi di dischi e in digitale “YOUNG AND FREE” (New Team Music), l’atteso album d’esordio di I’M ERIKA, prodotto e arrangiato da Franco Micalizzi.

Il disco contiene 13 brani, tutti diversi tra loro per genere e mood. «Questa scelta è stata fatta proprio per far capire a chi ci ascolta, che sia io che Franco non siamo legati ad un unico genere musicale, ma spaziamo su più fronti, perché la musica se fatta con gusto è tutta bella – racconta la cantante – Tutti i brani che seguono, pur essendo molto diversi tra loro, hanno come filo conduttore non solo la mia voce, ma il gusto e la firma inconfondibile di Franco. Abbiamo alternato brani più ritmati a brani più passionali ed emotivi, per cercare di variegare il più possibile l’ascolto del disco».

Il brano “Agua do mar” vede la partecipazione straordinaria di Fabrizio Bosso con la sua tromba, che porta l’ascoltatore nelle sconfinate spiagge del Sud America, ricche di colori, odori, sapori e musiche tipiche di quei luoghi.

Questa la tracklist di “YOUNG AND FREE”: “Young and free”, “The Lady is the Queen”, “Agua do mar”, “Starry night”, “Living it up”, “Walking on air”, “Poema”, “Por tudo por nada”, “Mr groove”, “Have a nice trip”, “Minha vida”, “Time”, “Indecisioni”.

Sempre lo stesso giorno, sarà in radio il singolo omonimo scritto da Valentina Ducros, composto e arrangiato da Franco Micalizzi.

«Ho deciso di cantare questo brano perché il testo racconta della libertà di poter fare ciò che si vuole, liberi anche di sbagliare, ma con la propria testa. Di quanto sia bello trascorrere una serata con le amiche, ballando fino a tardi e bevendo qualche drink. – afferma I’M ERIKA – Un omaggio alla gioventù, non per forza anagrafica, ma nella testa. Poi mi piaceva il sound, la sezione di fiati e il solo del sax baritono, strumento che amo».

«Il brano è nato dal desiderio di poter far visualizzare, da parte di chi lo ascolta come di chi lo ha scritto, dei grandi orizzonti come quelli che immaginiamo pensando alle atmosfere dei viaggi, senza dimenticare che questa canzone vuole dare il movimento grazie alla ritmica che invita a muoversi e ballare», commenta Franco Micalizzi.

Translate »